L’entroterra circostante di Caorle

Scopri il nostro villaggio a Caorle e visita i posti più belli e interessanti del Veneto e dintorni!

Durante la tua vacanza al Villaggio San Francesco, potrai visitare l’entroterra circostante di Caorle e scoprirai così la vera storia di Caorle e dei suoi dintorni.

Caorle, tra presente passato e futuro

Un tempo Caorle era un’isola, circondata da una grande laguna fatta di canali, paludi e terre che in gran parte venivano sommerse dalle maree che si alzavano. Questo territorio, praticamente disabitato e difficilmente percorribile, si estendeva per una profondità di oltre 20 chilometri dalla costa, arrivando più o meno all’altezza di dove oggi passa l’autostrada che unisce Venezia a Trieste.

Dopo il 1600, la Repubblica Serenissima diede inizio a dei grandi lavori idraulici finalizzati allo spostamento dei fiumi fuori dalla laguna di Venezia. Il motivo era che i fiumi, con i loro sedimenti avrebbero in breve tempo interrato tutto il sistema lagunare.

I fiumi furono spostati e, per fare un esempio chiarificatore, è sufficiente sapere che oggi la foce del Livenza, che possiamo ammirare dall’alto del ponte entrando a Caorle, una volta si trovava esattamente nel luogo dove oggi esiste il Villaggio San Francesco.

Dopo lo spostamento dei fiumi, si iniziò a bonificare le campagne, creando nuovi canali e costruendo idrovore per il prosciugamento dei terreni che ancor oggi sono in funzione. Le terre emersero e su di esse si insediarono famiglie di agricoltori ed iniziarono le coltivazioni.

Con questo itinerario percorreremo questi luoghi pieni di storia.

Uscendo dal Villaggio, in auto o, meglio in bicicletta, giriamo a destra e dopo circa 4 chilometri incontriamo una grande rotatoria, svoltiamo a sinistra verso la località di Brian. Qui possiamo vedere uno dei sistemi più ingegnosi per il controllo dei flussi acquei: la porte vinciane, che prendono il nome dal loro progettista, Leonardo da Vinci, utili a separare le acque marine, salate, da quelle dolci dei canali, necessarie all’irrigazione.

È un sistema tanto semplice quanto ingegnoso ed efficace. Quando la marea sale e l’acqua di mare spinge verso l’interno, le porte si chiudono con la forza stessa dell’acqua, mentre nel momento in cui il canale si alza di livello, ad esempio per le piogge, la stessa forza spinge al contrario aprendo le porte facendo defluire le acque.

Ca’ Corniani

Dal Brian si può proseguire, seguendo strade di campagna spesso quasi deserte, ed in pochi chilometri si raggiunge Ca’ Corniani. L’antico borgo prende il nome dalla nobile famiglia veneziana che acquistò le terre circostanti e costruì il paese che ancor oggi si può ammirare. Le case e lo spazio pubblico rappresentano la tipica architettura agricola veneta, compresa un’antica cantina che oggi è aperta al pubblico.

Ca’ Cottoni

Continuiamo ancora per 5 chilometri, e su una nuovissima pista ciclabile che affianca la strada locale, arriviamo a Ca’ Cottoni, che ha una storia molto simile a quella di Ca’ Corniani, solo che in questo caso i nobili veneziani che acquistarono i terreni dalla Repubblica Serenissima si chiamavano, appunto, Cottoni.

Prima di arrivare in questo piccolo paese si incontra, sulla destra e davanti alla strada che sale sull’argine del Livenza, una piccola chiesetta del 1700. Purtroppo spesso è chiusa.

Da qui si può proseguire verso la vicina frazione di La Salute di Livenza e quindi girare a destra o a sinistra per ritornare nel luogo da dove si era partiti. In questo caso la scelta della strada non è importante: su tutti questi percorsi, verso Caorle, ci si immerge in aree agricole che per secoli hanno dato lavoro e nutrimento a migliaia di persone.

E questo è il motivo per cui troverete sempre campi ben tenuti e curati, quasi avessero la valenza di un giardino, intervallati ogni tanto da qualche casolare di campagna, spesso ormai disabitato e, più raramente, da ville padronali.

Autore: Gianni Prevarin

Il villaggio vacanze a Caorle su misura per te!

Chiedici il miglior prezzo per il tuo soggiorno


Parla subito con il nostro Centro Prenotazioni

Prepara cuffie o altoparlanti e microfono prima di chiamare CHIAMA ORA!

Orari apertura Centro Prenotazioni
Lunedì - venerdì: 8.00 - 16.00
Sabato: 8.00 - 13.00
Domenica: chiuso

Oppure utilizza i nostri contatti:
info@villaggiosfrancesco.com
+39 0421 2982

In alternativa, inserisci i dettagli del tuo soggiorno per una proposta personalizzata

Struttura *
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.
*